Nell’era del digitale, la nostra vita si svolge on-line. Sul web studiamo, coltiviamo le nostre relazioni e facciamo i nostri acquisti. Recarsi fisicamente in un negozio è un’azione che svolgiamo sempre meno. Il ruolo delle immagini che troviamo negli store on-line è fondamentale nell’orientare le nostre scelte. La fotografia still-life è la branca fotografica che si occupa proprio della realizzazione di queste immagini. Vediamo allora cos’è e perché è così importante.

Credits: Gustorotondo

L’era degli acquisti on-line

Nell’era del web e degli acquisti on-line, la cura della parte visiva del proprio sito diventa una priorità. Lo shopping on-line è diventato parte integrante della nostra quotidianità. Sempre più persone preferiscono acquistare sul web piuttosto che recarsi fisicamente nei negozi. Proprio per questo chiunque abbia un’attività on-line deve curarla proprio come se si trattasse di un negozio. Le immagini e la grafica acquistano senza dubbio un ruolo fondamentale nell’attrarre clienti. Ecco perché è importante affidarsi a dei professionisti che possano curare in ogni dettaglio la parte visiva del nostro shop. Proprio per questo molti fotografi si specializzano esclusivamente nella fotografia commerciale, che rientra nella grande area fotografica dello still-life. Vediamo insieme di cosa si tratta.

Credits: Mykhailo Sherman

Still-life: origini e significato

Per comprendere bene questa macro area della fotografia, dobbiamo partire dal suo significato letterale.

Still-life significa letteralmente natura morta.

Da questo primo passaggio capiamo che nello still-life rientra tutta la fotografia di oggetti inanimati.
Lo still-life ha origini abbastanza indietro nel tempo. Possiamo infatti affermare con certezza che nasce dalla pittura. Pensate ad esempio alle nature morte di Caravaggio o degli impressionisti.

Differenza tra still-life e food-photography

Seguendo la logica degli oggetti inanimati, nella fotografia still-life dovrebbe rientrare anche la food-photography. Anche il cibo infatti è un soggetto inanimato. In realtà la food-photography si avvale di tecniche diverse. Infatti il cibo non è un soggetto immutabile, ma al contrario si deteriora velocemente.
La fotografia still-life richiede inoltre attrezzatura più specifica e set da studio. L’abilità del fotografo sta nel valorizzare al meglio l’oggetto fotografato attraverso l’utilizzo della luce. In poche parole il fotografo deve saper rendere speciale anche un oggetto comune.

Credits: Pinterest

L’importanza della luce nello still-life

Nello still-life la luce ha un ruolo fondamentale. Infatti attraverso l’utilizzo specifico della luce, il fotografo deve saper rendere vivo l’oggetto fotografato. Una buona illuminazione deve per esempio mettere in evidenza la texture del soggetto, soprattutto se si tratta di capi di abbigliamento. Chi acquista una maglia deve essere in grado di capire dall’immagine di che materiale è fatta e come apparirà una volta indossata. Ecco perché le fotografie che vediamo negli store on-line devono essere chiare e prive di contrasti. Per rendervene conto pensate ad esempio alle immagini di Amazon. Se ci pensate, non ci capita mai di imbatterci in fotografie dai netti contrasti, realizzate con un’illuminazione più artistica. Questo perché la fotografia still-life presente sui siti di acquisti on-line è una fotografia e-commerce, deve cioè mirare a vendere. In quanto tale bisogna il più possibile evitare difetti.

Le luci più utilizzate

Quasi sempre nello still-life si utilizza la luce artificiale.
Solitamente nella fotografia still-life le luci e gli accessori più utilizzati sono:

  • Le luci continue
  • I flash
  • I pannelli diffusori

Le luci continue come i LED ci permettono di vedere e controllare sin da subito l’illuminazione del set, ma consumano molta energia elettrica. Teniamo presente che questo tipo di fotografia richiede tempi molto lunghi.
Al contrario, il flash è difficile da utilizzare e non ci dà molto controllo sull’illuminazione, ma ci farà sicuramente risparmiare molta energia.
Fondamentali inoltre sono i pannelli diffusori per ridurre le ombre. Inoltre è sempre bene utilizzare un diffusore anche per il flash.
Anche se si predilige l’uso di luci artificiali, l’illuminazione still-life deve essere percepita dall’osservatore come una luce naturale. Ecco perché è importante pianificare l’utilizzo della luce in modo da simulare la luce del sole. Ma attenzione agli artifici: il sole infatti proietta una sola ombra. Con le luci da studio invece è molto semplice incorrere nel problema della doppia o tripla ombra. Di qui l’importanza di utilizzare luci di riempimento e diffusori.

Credits: wikimedia.org

Il set e lo sfondo

La prima cosa da fare quando si fotografa un oggetto è allestire il set. Lo shooting può svolgersi sia nello studio del fotografo, sia presso l’azienda committente. Ecco perché molto spesso è importante che si tratti di set di piccole dimensioni e facili da spostare. Proprio per questo, molto utilizzato è il tavolo da still-life. Si tratta di un ripiano già predisposto di fondale e dotato di rotelle. Negli ultimi anni si è molto diffuso anche un altro utile accessorio. Si tratta di una sorta di piccolo studio fotografico, una scatola fatta interamente di pannelli diffusori. Questo accessorio è molto utilizzato per le fotografie still-life social, come i profili Instagram dedicati all’argomento, sempre più in larga crescita.

Nell’allestimento del set è fondamentale la scelta dello sfondo.

Negli store on-line lo sfondo è quasi sempre bianco o nero. Questo perché il soggetto deve essere descritto in modo dettagliato. Uno sfondo uniforme porterà l’osservatore a concentrarsi solo sul soggetto. Questo non vuol dire che non si possano utilizzare sfondi anche più complessi. Un oggetto infatti può essere immortalato anche nella sua location abituale. Pensiamo ad esempio alle foto di interior-design, dove lo sfondo viene utilizzato per mostrare la funzionalità dell’oggetto.
Nel caso di sfondi uniformi, molto importante è anche la scelta del materiale dello sfondo.

Tra quelli più usati rientrano il cartone e il tessuto. Non dimentichiamoci che la luce avrà un’incidenza diversa a seconda del materiale utilizzato.
È molto importante che lo sfondo sia continuo e che non ci sia alcuno stacco tra di esso e il primo piano. Per farlo bisogna incurvare il fondale dietro al soggetto. Infine uno sfondo uniforme favorirà il lavoro di post-produzione garantendo uno scontorno semplice e pratico.

Credits: blogspot.com

Il treppiede

Accessorio fondamentale per la fotografia di still-life è il treppiede. Come già accennato, lo still-life richiede tempi molto lunghi e molta precisione. Il treppiede sarà quindi fondamentale nella composizione dell’inquadratura. Bisogna infatti evitare linee pendenti verso i margini. In più quando c’è l’esigenza di ottenere una maggiore profondità di campo, si utilizzano tempi di esposizione più lunghi. Il cavalletto ci aiuterà quindi ad evitare problemi di mosso.

Credits: Improve Video Studio

L’obiettivo

Nella fotografia di still-life non si usano mai obiettivi grandangolari. Infatti in questo tipo di fotografia, bisogna focalizzarsi sul soggetto; il grandangolo includerebbe porzioni di spazio fuori dal set. Per lo still-life si prediligono di solito obiettivi normali o tele-obiettivi. Fondamentale è non scendere mai al di sotto dei 50mm.

Credits: markgaler.com

Lo still-life artistico

Fin qui abbiamo parlato dello still-life per la fotografia e-commerce, che richiede delle regole ben precise. Ma se lo scopo non è quello di vendere, si possono realizzare immagini di still-life che abbiano un intento più artistico. Attraverso l’utilizzo della luce si possono creare giochi di luci e ombra che suscitano ricordi ed emozioni. In questo caso non è necessario eliminare tutti i contrasti per rendere l’immagine chiara ed uniforme. I contrasti possono anzi essere utilizzati in modo espressivo.

Credits: Francesca Iandiorio

Quando utilizzare la fotocamera dello smartphone

Come avrete capito, lo still life è un tipo di fotografia professionale, che richiede l’utilizzo di macchine fotografiche di un certo livello e di attrezzatura specifica. In questo caso quindi, l’utilizzo della fotocamera dello smartphone non è possibile, in particolar modo quando si realizzano shooting per aziende e siti di acquisti on-line. Diverso è invece è il caso dei social: se avete aperto un profilo Instagram dove postate le immagini delle vostre creazioni, come ad esempio vestiti o collane, potete utilizzare anche la fotocamera del vostro smartphone. Non è importante un’attrezzatura da studio, potete utilizzare anche la luce naturale. L’importante è che il vostro cellulare sia dotato di una buona fotocamera. Per le fotografie social, un accessorio molto economico che potete utilizzare è il ring light. Si tratta di una luce led ad anello che potete posizionare difronte all’oggetto da fotografare.

Credits: cloudfront.net

Conclusioni

Se siete dei fotografi alle prime armi e volete cimentarvi nella fotografia still-life, avrete un percorso molto specifico da fare. Investire nell’attrezzatura da studio sarà una delle vostre priorità. Tuttavia lo still-life è un campo fotografico in continua crescita: le aziende hanno un costante bisogno di immagini per vendere i loro prodotti, così come gli store-on line. Se volete diventare dei fotografi di still-life, guardate quante più immagini possibile, studiate siti e cataloghi, prendete confidenza con la luce da studio e con tutte le funzioni della vostra macchina fotografica. Dovrete insomma diventare dei buoni tecnici della fotografia.

Potrebbero interessarti anche:

Food-photography: come scattare fantastiche foto di cibo.
Le Migliori App per il Video Editing su Smartphone
Smartphone e fotografia: come realizzare ottimi scatti con i nostri cellulari
Fuochi d’artificio di inizio anno: 6 utili consigli per realizzare fantastiche foto
Neve e fotografia: come realizzare dei fantastici scatti invernali
Natale: 5 idee e consigli per realizzare fantastiche fotografie
Ritratto in fotografia: cos’è e come si realizza
5 Migliori Smartphone per Video e Foto
Filtri fotografici: cosa sono e a cosa servono
Movimento nelle immagini: tecniche per fotografarlo e consigli utili
Metodi applicativi per scattare foto di qualità
Obiettivi fotografici: quali sono e quale scegliere quello che fa al caso nostro
Il formato delle fotografie: cos’è e come utilizzarlo al meglio
L’utilizzo del flash in fotografia: cos’è e quando è più opportuno utilizzarlo
I principali tipi di macchine fotografiche: quali sono e come capire quale fa al caso nostro
La composizione in fotografia: cos’è e come può servirci a scattare delle buone foto
La temperatura colore e il bilanciamento del bianco in fotografia
Come fare selfie perfetti: la luce, le app, l’angolazione
La messa a fuoco in fotografia: cos’è e come si usa
L’elemento chiave della fotografia digitale: il sensore fotografico
La sensibilità (o ISO) in fotografia: cos’è e come utilizzarla
Cos’è e come si usa la velocità di otturazione in fotografia
Cosa sono e come scegliere diaframma e profondità di campo in fotografia
L’esposizione in fotografia
Fotografia: tecniche base per principianti
Come una Scena Racconta una Storia: Uso della Luce e dell’Ombra
Il colore nel cinema: psicologia ed estetica

Se ti è piaciuto l’articolo seguici anche su Instagram per ulteriori curiosità sull’argomento.

Per altri approfondimenti sulla fotografia continua a seguirci su www.virgo29.it/blog