logo

Agenzia Marketing e di Comunicazione specializzata nel dare voce al tuo brand. Chiamaci!

Virgo29 Creative Agency / Tutorial  / Copywriting  / 5 consigli pratici per un buon copywriting per principianti – parte 1

5 consigli pratici per un buon copywriting per principianti – parte 1

Il copywriting non è un gioco da ragazzi. Un buon copy deve saper camminare su una linea sottile tra l’incoraggiamento all’azione dei consumatori senza sembrare troppo invadente. Non importa dove sia destinata la tua scrittura, deve essere incisiva e catturare l’attenzione di qualcuno. Ecco 5 consigli pratici per un buon copywriting per principianti.

È un compito arduo, ma il copywriting è essenziale per le aziende. Perché? Bene, perché convince i consumatori a interagire con la tua azienda. La scrittura non riguarda solo la vendita; a volte si tratta di convincere i lettori a iscriversi a una newsletter, programmare una chiamata o scaricare contenuti gratuiti.

In ogni caso, il copywriting porta lead e mantiene i lettori interessati al tuo marchio.

Non è un segreto che acquisire l’abilità nella scrittura, specialmente per un principiante, richiederà del tempo per essere acquisita correttamente.

Per questo motivo abbiamo realizzato una lista di consigli pratici da applicare per essere vincenti nel copywriting.

Scrittura creativa: il primo passo è coltivare “l’idea”

1. Continua a scrivere

Quando inizi per la prima volta, la cosa più importante è continuare a scrivere. Se non hai un cliente a pagamento, usa quel tempo per inviare e-mail fredde con idee alle persone per cui vorresti scrivere, scrivere articoli su un blog, unisciti a gruppi sul tema che trovi sui social network. Più scrivi, meglio è!

Inoltre, più forte è il tuo portfolio, più clienti si fideranno di te e ti assumeranno. E, quando non puoi scrivere nient’altro, leggi e studia cosa stanno facendo gli altri copywriter.

2. Concentrarsi sui vantaggi, non sulle funzionalità

Inizia con il tuo cliente ideale. Quando scrivi un testo, dovresti sapere esattamente con chi stai parlando. Alcune persone creano persino un avatar, che è la persona esatta a cui stanno cercando di commercializzare.

Ad esempio, se vendi un prodotto per il fitness, non fermarti qui.

Chiediti: “Chi è il mio cliente ideale? Qual è il loro tipo di corpo? Qual è la loro età? “

Più sarai specifico, meglio è. Pensa alla loro età, altezza, sesso, cosa fanno per lavoro e altro ancora.

In secondo luogo, concentrati sui vantaggi, non sulle funzionalità. Uno dei più grandi errori dei copywriter principianti è che enfatizzano le caratteristiche dei loro prodotti, ma non i vantaggi.

Le caratteristiche sono cose che rendono il prodotto diverso dagli altri.

Ad esempio, un’auto potrebbe avere un pacchetto deluxe che include numerose funzionalità, come una migliore aria condizionata, sedili in pelle e un volante migliore.

Invece di concentrarti sulle funzionalità, tuttavia, enfatizza i vantaggi. Spiega ai tuoi clienti come il pacchetto deluxe li aiuterà a mantenerli freschi nelle calde giornate estive o come fornirà loro un’esperienza di guida più confortevole.

Infine, concentrati sui punti chiave del problema. Quando scrivi un testo, vale la pena sapere esattamente quali sono i maggiori problemi dei tuoi clienti.

3. Mantenere semplice la linea del copy

Uno degli errori di copywriting più comuni che i brand commettono è scrivere in un modo troppo formale e robotico: non sembra naturale!

Ciò che rende il copywriting una forma diversa di scrittura è che ha lo scopo di costringere il tuo pubblico di destinazione a connettersi emotivamente con il tuo messaggio e ad agire.

Un modo per trasformare facilmente un contenuto blando in un ottimo copywriting è trasmettere il tuo messaggio nello stesso modo in cui parleresti con un amico. Ciò significa spiegare le cose in modo semplice pur essendo descrittivo.

Invece di dire: “Come risultato del lavoro con me, acquisirai chiarezza ed imparerai a superare gli ostacoli emotivi che ti stanno tirando giù”, prova invece questo: “Insieme scopriremo cosa ti fa sentire pesante e come trovare un metodo semplice che arrivi al cuore delle tue preoccupazioni in modo che tu possa sentirti di nuovo bene.”

Abbandona il gergo e la scrittura formale (a volte anche rinunciando alle regole grammaticali tradizionali!) e scrivi per avere impatto. Se parli nella lingua del tuo pubblico, lui ascolterà il tuo messaggio e agirà!

4. Fare ricerca sulla concorrenza

Fai ricerche approfondite sulla concorrenza quando scrivi un nuovo articolo, un post sul blog o un copy per una pagina web. Uno dei modi più semplici per eseguire questa ricerca è prendere la parola chiave di destinazione su cui si intende scrivere, cercarla su Google e leggere i post o le pagine dei siti che si classificano per quella parola chiave.

Ti offriranno indicazioni su ciò che i lettori apprezzano attualmente e su ciò che Google pensa sia la risorsa principale per quella parola chiave.

Ad esempio, se stai scrivendo un articolo sui suggerimenti per il copywriting, Google “suggerimenti per il copywriting” ed esamina i risultati migliori per:

  • quanto è lungo l’articolo in base al conteggio delle parole
  • quali risorse aggiuntive sono incluse nell’articolo come grafici o esempi
  • quali tipi di suggerimenti vengono offerti
  • come è formattata la pagina.

Inoltre, presta attenzione ai titoli e alle meta descrizioni dei post principali. Sono indizi su cosa dovresti affrontare nel titolo e nella meta descrizione.

5. Dedicare tempo al tuo titolo

Dedica l’80% del tempo a scrivere il titolo e solo il 20% al testo effettivo. Dedica la maggior parte del tuo tempo a scrivere i tuoi titoli! Che si tratti di un post sul blog, web, pagina di destinazione, e-mail (questo sarebbe l’oggetto) la maggior parte delle persone sapranno leggere il titolo e decidere se vogliono continuare a leggere.

I titoli dovrebbero essere il più incisivi possibile.

È difficile leggere lunghi blocchi di testo. Ottimizza il tuo testo per la massima leggibilità, rendendolo più facile possibile da leggere. Ciò include l’incorporazione di cose come:

  • titoli e sottotitoli
  • elenco puntato
  • elenchi numerati
  • immagini con didascalie
  • Video di Youtube
  • grafici
  • CTA (ad esempio, registrati ora, leggi ora, scopri di più, ecc.)
  • cambiare la cadenza del testo (assicurandoti di non scrivere solo frasi brevi o lunghe.

Consigli semplici per realizzare un articolo chiaro e leggibile

Se ti piacerebbe fare esperienza, unisciti al nostro team: scrivici una e-mail di interesse all’indirizzo lefaremosapere@virgo29.it

Se ti è piaciuto l’articolo seguici anche su Instagram per ulteriori curiosità sull’argomento.

Per altri approfondimenti sulla fotografia continua a seguirci su www.virgo29.it/blog

No Comments

Post a Comment