Che tu ci creda o no, hai già un personal brand su LinkedIn. La domanda è: stai sfruttando il tuo personal brand per monetizzare la tua esperienza o accelerare il tuo successo? Vediamo 7 idee vincenti per migliorare la tua presenza online.

Il personal branding è il processo di marketing di te stesso e della tua carriera o azienda, al fine di attirare opportunità rilevanti. Marketing, in questo contesto, significa fare in modo che le persone ti conoscano, apprezzino e si fidino di te, in modo che alla fine vorranno lavorare con te o acquistare da te.

Personal branding su LinkedIn

Il content marketing, d’altra parte, è il processo strategico di creazione e distribuzione di contenuti per attirare un pubblico mirato. E su LinkedIn, la tua strategia per i contenuti ha un ruolo enorme da svolgere nella costruzione di successo del tuo marchio personale.

Allora cosa significa questo per te?

Con la tua esperienza e la tua spinta a creare contenuti pertinenti, utili e coinvolgenti, sarai sulla buona strada per costruire un potente marchio personale che ti darà il “permesso” di monetizzare la tua esperienza utilizzando le funzionalità di LinkedIn.

In questo post, esamineremo sette strategie e suggerimenti di marketing dei contenuti che ti aiuteranno a rafforzare il tuo marchio personale su LinkedIn.

Iniziamo.

1. Fornire un valore enorme

La cosa che ti differenzierà da tutti gli altri su LinkedIn è fornire contenuti di grande valore, a cui le persone semplicemente non possono resistere.

Sto parlando di fornire opportunità di apprendimento e networking che sono rilevanti e utili per la tua rete, che le persone saranno disposte a spendere 10 o 30 minuti – o anche un’ora o più – consumando i tuoi contenuti o partecipando al tuo evento.

Ora puoi facilmente ospitare LinkedIn Live se ne hai accesso, o magari organizzare webinar gratuiti che offrono valore al tuo pubblico di destinazione. Puoi anche sfruttare le pagine degli eventi di LinkedIn per promuovere i tuoi eventi e convincere le persone a registrarsi.

E a gennaio, Virginia Bautista ha lanciato una serie di video on-demand gratuita per aiutare coloro che vorrebbero utilizzare LinkedIn per ottenere un lavoro durante la pandemia.

Alcuni esempi di contenuti

Ecco alcuni esempi di contenuti di grande valore che potresti regalare o condividere con la tua rete LinkedIn:

  • E-book, liste di controllo o fogli di lavoro gratuiti
  • Webinar dal vivo
  • Eventi live di LinkedIn
  • Webinar su richiesta
  • Consultazioni gratuite
  • Eventi locali virtuali di LinkedIn
  • Sessioni di coaching live gratuite.

Invece di condividere semplicemente qualsiasi contenuto esistente che hai creato per il tuo pubblico generale, prova a creare contenuti esclusivi per la tua rete LinkedIn. Dopotutto, se sei stato altamente strategico nella costruzione della tua rete professionale su LinkedIn, saranno principalmente il tuo mercato di riferimento.

2. Sfrutta gli influencer del settore

Gli influencer del settore sono influencer per un motivo: le persone li seguono.

Costruire relazioni con gli influencer e menzionarli nei tuoi post può aiutarti ad aumentare la tua visibilità su LinkedIn: ecco alcuni esempi:

Peter Brace menziona Amy Edmondson e Timothy Clark, tra i pionieri nel campo della sicurezza psicologica

Raymond Domingo menziona Robina Gokongwei-Pe, un’imprenditrice di grande reputazione e Presidente / CEO di uno dei più grandi rivenditori multiformato delle Filippine 

Anda Goseco menziona Marcia Reynolds , Executive e Leadership Coach con sede negli Stati Uniti

Peter, Raymond e Anda non hanno parlato di se stessi nei loro post; invece, hanno parlato degli influencer che hanno menzionato.

Allora cosa possiamo imparare da questi post? Se stai realizzando questo tipo di post, ricordati di farlo su di loro, sugli influencer, non su di te.  

3. Aiuta gli altri a costruire la loro presenza su LinkedIn

Mentre espandere la tua portata su LinkedIn menzionando gli influencer che interagiscono con il tuo post è una buona strategia, un’altra strategia che funziona è l’opposto: questa volta, se hai già una rete enorme, perché non sfruttare la tua rete per aiutare gli altri a costruire la loro presenza su LinkedIn

Questa è una strategia vincente. Tu vinci perché espandi la tua portata alle reti di altre persone e loro vincono perché diventano visibili anche alla tua rete. Ti aiuta anche a costruire una forte community sulla piattaforma.

Non si tratta solo di riconoscere le persone che condividono attivamente contenuti su LinkedIn, ma anche di incoraggiare più persone che sono nuove sulla piattaforma a diventare più attive su LinkedIn.

4. Mostra empatia

Quando sei su LinkedIn, essere consapevole e sensibile a ciò che sta accadendo nella tua community è importante.

Questo si è rivelato un suggerimento estremamente prezioso quando la pandemia è iniziata nel 2020. A quel tempo, le persone stavano perdendo il lavoro, i dipendenti erano costretti a lavorare da casa impreparati, le aziende si stavano rivolgendo ai loro piani di continuità aziendale e il pubblico in generale era costretto a farlo. stare a casa. 

E durante questi tempi difficili, mostrare empatia in un post autentico può fare molto. 

In questo post qui sotto, Edward Musiak, un australiano che vive nelle Filippine, ha pubblicato la sua esperienza durante il primo periodo di blocco a Manila. 

Sebbene Edward di solito pubblichi post su vendite e salute mentale, che sono la sua esperienza e il suo sostegno, questo post era insolito, ma poiché sentiva il bisogno di condividere le sue intuizioni su ciò che aveva vissuto, così come su ciò che aveva visto fare gli altri come un risultato del blocco a Manila, ha pubblicato a riguardo.

Come puoi vedere, questo aggiornamento più personale, perspicace ed empatico ha ottenuto un’enorme trazione su LinkedIn.

5. Abbraccia la vulnerabilità

Parlare dei nostri successi è facile, ma parlare del fallimento è difficile. E quello che ho imparato su LinkedIn è che se vuoi veramente costruire un personal brand che risuoni con le persone e che indurrà le persone a voler sapere di più su di te, a piacerti per quello che sei e a fidarsi di te per presentarsi, quindi devi abbracciare la vulnerabilità.

Essere vulnerabili significa darti il ​​permesso di essere te stesso e mostrarti quando devi. Essere vulnerabili significa anche presentarsi alla propria rete come una persona con cui si ha familiarità che non è perfetta, non sa tutto e non si preoccupa di essere giudicata dagli altri.

La vulnerabilità crea la connessione e la connessione crea la fiducia. Quella fiducia è l’unica cosa di cui hai bisogno per creare più opportunità per te stesso e per gli altri.

6. Sii te stesso

Quando è stata l’ultima volta che hai condiviso la tua storia su LinkedIn? 

Le persone su LinkedIn o sanno cosa vogliono ottenere attraverso la piattaforma o non sanno affatto cosa vogliono ottenere. 

Anche se può sembrare che quelli che sanno cosa vogliono ottenere avrebbero più successo su LinkedIn, sappi che non è sempre così.

Molte volte, coloro il cui obiettivo principale è generare lead per le loro attività sono troppo concentrati sull’obiettivo di “vendere”, quindi finiscono per operare con una mentalità sbagliata, pensando a cosa possono ottenere in termini di lead o vendite immediati. 

Ma LinkedIn non è un luogo in cui le persone vogliono ascoltare continuamente proposte di vendita: LinkedIn è un luogo in cui le persone interagiscono con altre persone che forniscono contenuti di valore e le cui storie risuonano con loro.

E indovina un po’: più condividi chi sei, più le persone gravitano verso di te. E questo significa più opportunità per iniziare conversazioni e costruire relazioni commerciali significative. 

In questo post di seguito, Peter condivide apertamente una parte di ciò che è che lo rende diverso: uno studente per tutta la vita che è entrato all’università nei suoi 50 anni e ha terminato il suo dottorato di ricerca nei suoi 60 anni: 

Quello che la maggior parte delle persone non capisce è questo: conoscere ed essere te stesso è un modo gratuito e collaudato per aumentare la tua portata e attrarre persone che la pensano allo stesso modo su LinkedIn. 

All’inizio Peter non era sicuro che questo post fosse “appropriato” su LinkedIn, ma pubblicarlo lo ha comunque portato alla risposta:

Essere chi sei e condividere ciò che ti rende diverso, infatti, può avere un posto su LinkedIn.

7. Ricondividi i tuoi post con le migliori prestazioni

I tuoi post con il miglior rendimento hanno avuto un buon rendimento per un motivo. Forse risuonano bene con il tuo pubblico, o forse l’hai pubblicato al momento giusto, quando la tua rete aveva bisogno di leggerlo di più.

Ripubblicare i tuoi post con le migliori prestazioni non solo ti assicurerà di ottenere molte visualizzazioni e reazioni (di nuovo), ma può anche aiutarti a catturare un pubblico completamente nuovo. Non limitarti a pubblicare e dimenticare, tieni un registro dei tuoi post con le migliori prestazioni e, quando il momento è giusto, vai avanti e ripubblicali.

Conclusioni

Creando contenuti che risuonano e coinvolgano il tuo pubblico di destinazione, puoi attrarre le persone giuste con cui vorresti fare affari. Ma ovviamente ci vuole molto tempo e pazienza, oltre alla volontà di curare strategicamente e creare contenuti che aggiungano valore alla tua rete e ti permettano di essere autentico.

Prova a utilizzare questi 7 suggerimenti per portare la tua presenza su LinkedIn al livello successivo.

I primi 8 step per un profilo LinkedIn efficace

Potrebbe piacerti: Instagram guida 2021

Se ti è piaciuto l’articolo seguici anche su Instagram per ulteriori curiosità sull’argomento.

Per altri approfondimenti sul cinema continua a seguirci su www.virgo29.it/blog