La diffusione dei social network sta modificando sempre di più le nostre vite, compreso il lavoro. Vediamo come trovare lavoro su Instagram

Instagram, il social network per reclutare nuovi candidati

Tra i social network più utilizzati dalla Generazione Z, Instagram è senza dubbio quello che riscuote maggior successo. Benché la maggior parte dei fruitori di questa piattaforma siano under 35, ormai tutti i marchi e le aziende hanno un proprio profilo Instagram. Da qui, la grande opportunità che «il social delle foto» offre a chi vuole trovare lavoro, diventando uno strumento di visibilità per gli aspiranti lavoratori.

Tendenzialmente, le pagine Instagram aziendali non vengono create per cercare attivamente nuove risorse da inserire nel proprio organico. Tuttavia, sono un ottimo canale per reperire informazioni importanti sulle organizzazioni di proprio interesse, al fine di ottenere un lavoro.

Come utilizzare la presenza delle aziende su Instagram

Ma come sfruttare la presenza delle aziende su Instagram per trovare lavoro?
Innanzitutto è bene focalizzare la fruizione del social su due punti chiave:

  • Instagram come vetrina per presentare il proprio profilo professionale;
  • Instagram come strumento di reperimento di informazioni relative alle aziende.

«I social sono ormai da tempo uno strumento estremamente importante per chi offre e per chi cerca lavoro, e Instagram non fa eccezione», ha commentato Paolo De Vincentiis, group hr & marketing director di SGB Humangest, società di ricerca di personale.

«I recruiter monitorano spesso i profili social dei candidati ed è fondamentale che chi è alla ricerca di un impiego sappia che può utilizzarli in maniera attiva, per restituire un’immagine di sé in linea con quelle che potrebbero essere le aspettative delle aziende presso cui vorrebbe riuscire a trovare lavoro, che a loro volta devono farsi percepire anche su Instagram come una realtà dinamica, solida e creativa».

Curare il profilo Instagram in modo professionale per renderlo accattivante

Instagram può diventare un’interessante vetrina professionale. Bisogna dunque stare attenti a come viene gestito e creato il proprio profilo, in modo che sia attraente e interessante per le aziende in cerca di candidati. E’ importante dunque curare attentamente il proprio account.

Anche se è LinkedIn il social network più utilizzato dai recruiter per controllare i profili dei candidati, in pochi click si può risalire all’indirizzo Instagram di ogni utente. È per questo motivo che è fondamentale avere un profilo Instagram curato e professionale, soprattutto se “aperto al pubblico”.

I primi 8 step per un profilo LinkedIn efficace

Fondamentale il «personal branding»

Condividere notizie, consigli e spunti inerenti il settore professionale di proprio interesse, è un’ottima mossa per farsi notare dalle aziende in cerca di nuovi candidati. In questo caso, la condivisione può avvenire tramite post ma anche e soprattutto attraverso le stories: la funzionalità più nota di Instagram.

Instagram stories: 3 consigli per migliorare le interazioni

Importante è anche seguire hastag e profili dei settori ai quali si è interessati

Tra i trucchi per restare aggiornati sulle nuove opportunità di lavoro offerte dalle aziende, è seguire i loro profili Instagram e gli hashtag del settore di riferimento.

#lavoro #work #italia #passione #business #job #italy #cercolavoro sono alcuni degli hashtag più utili a questo scopo.

Il profilo Instagram può essere considerato un curriculum in ambito digital

Ci sono lavori che, più di altri, possono essere trovati tramite Instagram. Tra questi, sicuramente le opportunità in ambito social media management e digital marketing. Le aziende preferiscono i fatti alle parole. Dunque, per chi cerca lavoro in questi “nuovi” settori professionali, un profilo social curato dimostra concretamente le proprie skills, a differenza di un curriculum cartaceo.

Contenuti innovativi, foto accattivanti, bio accurata per il profilo da social media manager

Tra i suggerimenti per un profilo Instagram da social media manager: creare contenuti innovativi e professionali, aiutandosi con un piano editoriale; pubblica foto e grafiche di alta qualità; inserire una bio curata e accattivante; ricondividere post e video di settore nelle tue stories, cura le storie in evidenza; utilizzare efficacemente gli hashtag; scrivere dei testi originali… e attenzione agli errori!

Perché è importante avere un piano editoriale?

 

Potrebbe interessarti anche: Il Social Media Marketing e i vantaggi per la tua azienda

Se ti è piaciuto l’articolo seguici anche su Instagram per ulteriori curiosità sull’argomento.

Per altri approfondimenti sul cinema continua a seguirci su www.virgo29.it/blog