Categories: NewsSEO

Google Search Console: ora mostra i dati di Google News

Google News è uno degli aggregatori di notizie più apprezzati a livello mondiale. Organizza e rende disponibili in modo personalizzato le notizie da tutto il mondo, fornendo un’esperienza funzionale, personale e di qualità.

Per gli editori, interessati a conoscere le proprie performance su Google News, da oggi ci sarà un pannello apposito su Google Search Console, uno degli strumenti più importanti di analisi SEO e di ricerca.

Il nuovo rapporto di Google News

Il nuovo rapporto in Google Search Console permette a tutti gli editori che utilizzano Google News, di analizzare il rendimento dei loro contenuti e studiare il comportamento degli utenti, potendo così valutare la strategia migliore per ottimizzare la propria impressione e il proprio punteggio nel Feed di Google News.

Come per gli altri rapporti sono incluse tutte le metriche utili all’analisi come il numero di clic, le impressioni e percentuali di clic (CTR media).

Come configurare e leggere il grafico

Il nuovo pannello si troverà a sinistra, nel menu si Search Console.

La visualizzazione predefinita mostra clic, impressioni e CTR media, ed è possibile aggiungere dettagli ulteriori come ad esempio la scelta dei paesi di riferimento, dell’intervallo temporale, o è possibile aggiungere filtri in base alla notizia o alla parola chiave che ci interessa.

Come migliorare il rendimento di Google News

Il report ci permette di ottimizzare i nostri contenuti, ma ci sono delle linee guida che sarebbe meglio seguire.

Innanzitutto è fondamentale che i contenuti rispecchino le linee guida di Google per la SEO, ovvero che siano di qualità, chiari e contengano informazioni confermato o verificabili tramite link istituzionali o verso fonti attendibili.

In secondo luogo, trattandosi di news, è importante che siano contenuti riguardo eventi recenti, meglio se originali e non trafugati su altri siti.

Infine Google mette a disposizione il Centro Editori di Google,che consente agli editori di inviare, gestire e monetizzare i propri contenuti.

La registrazione al Centro Editori non sia necessaria per essere inseriti nei ranking di Google News ma fornisce dei vantaggi, come il controllo delle monetizzazione e delle conversazioni tramite Ad Manager, degli abbonamenti, e fornisce una sintesi dei contenuti pubblicati su Google News.

Per la SEO la lunghezza non conta: la risposta di Google

Conclusioni

Non occorre essere una testa giornalistica per essere interessati a Google News, anche aziende e professionisti possono ottenere una visibilità importante dal suo Feed. Sarà Google stesso infatti a far apparire i nostri contenuti agli utenti potenzialmente più interessati: una sorta di Advertising automatico!

La competizione tuttavia è alta, ed è necessario creare contenuti di altissima qualità, concorrenziali e sempre attuali.

Noi di Virgo29, ad esempio, siamo da tempo presenti su Google News. Se vuoi anche tu ottenere risultati nel suo Feed, puoi contattarci.

Una nostra Consulenza SEO ti permetterà di capire i tuoi punti di forza, i punti deboli, e cosa manca per poter beneficiare di questa grande risorsa!

Vincenzo Ricciardelli

Recent Posts

12 idee di social media marketing da usare a novembre

Il mese di novembre sta arrivando e porta con sè una serie di eventi e…

3 anni ago

TikTok raggiunge un miliardo di utenti attivi, l’ultimo traguardo per l’app

Nonostante sia stato quasi bandito negli Stati Uniti, in realtà è stato bandito nel suo secondo mercato…

3 anni ago

Facebook: nuove funzionalità di chat di gruppo Messenger e Instagram Direct

Facebook ha annunciato una serie di nuove funzionalità per Messenger e Instagram Direct, tra cui chat di…

3 anni ago

Lezioni di cinema: Gli attacchi di montaggio

Fin ad ora abbiamo parlato della scenografia, l'illuminazione, il colore, la fotografia, il costume e…

3 anni ago

Lezioni di cinema: Gli schemi di montaggio

Fin ad ora abbiamo parlato della scenografia, l'illuminazione, il colore, la fotografia, il costume e…

3 anni ago

Che cos’è un logo? Come progettarne uno dalla A alla Z

Il logo del tuo brand non è necessariamente la prima cosa che le persone notano…

3 anni ago

This website uses cookies.