Facebook annuncia una gamma di nuovi strumenti audio, tra cui stanze audio e nuovi strumenti per la creazione di clip audio. Ecco l’annuncio con tutte le funzionalità che contrasteranno il social in ascesa Clubhouse.

La novità in casa Facebook è incentrata sull’audio

Sono stati in lavorazione per un po ‘di tempo , ma ora Facebook lo ha reso ufficiale, con l’ annuncio di una gamma di nuove opzioni social audio attraverso le sue app mentre cerca di attingere alla tendenza guidata da Clubhouse.

La cronologia delle repliche di Facebook ha suggerito che avrebbe sempre copiato Clubhouse in qualche modo, con l’app per riunioni audio che ha visto uno slancio di utilizzo significativo mentre le persone cercano modi per sostituire i meetup IRL in mezzo alla pandemia.

E data l’enorme portata di Facebook e la presenza consolidata nella vita di molte persone, potrebbe rappresentare la più grande minaccia per la crescita di Clubhouse fino ad ora, soprattutto data l’ampiezza di strumenti che Facebook ha annunciato.

Le rooms audio

Prima di tutto, in quello che è probabilmente l’assalto più diretto a Clubhouse, Facebook sta lanciando una versione solo audio della sua funzione Rooms su Facebook e Messenger, che consentirà alle persone di avviare sale audio a cui possono partecipare le loro connessioni che saranno evidenziate al all’inizio dei feed di notizie e delle chat all’interno di ciascuna app.

Come puoi vedere, la nuova opzione avrà un formato molto simile a una Clubhouse, con gli host evidenziati nella parte superiore dello schermo e gli ascoltatori che si sintonizzano come mostrato di seguito. Gli utenti potranno rendere le loro stanze pubbliche o private, mentre saranno anche rilevabili in una scheda Stanze separata. 

Monetizzare le room

I creatori potranno anche monetizzare le loro stanze, tramite il sistema di donazione Stars di Facebook, mentre sta anche lavorando su  modelli di monetizzazione aggiuntivi , “come la possibilità di addebitare l’accesso a una stanza audio dal vivo attraverso un singolo acquisto o un abbonamento”. 

Oltre a questo, Facebook afferma che i creatori saranno anche in grado di trasformare una conversazione dal vivo in un podcast che tutti potranno ascoltare in seguito, fornendo più modi per utilizzare il contenuto.

I gruppi Facebook a supporto degli audio

Ovviamente, Facebook non è progettato attorno alla connessione audio come Clubhouse, il che potrebbe rendere le sue sale audio meno coinvolgenti. Ma poi di nuovo, Facebook ha uno strumento specifico e direttamente allineato per aumentare la sua opzione di sale audio: i gruppi di Facebook.

Come parte del lancio iniziale delle sale audio, Facebook testerà l’opzione in gruppi, con gli utenti in grado di configurare le stanze audio all’interno dei loro gruppi in modo specifico, il che potrebbe essere un ottimo modo per stimolare il coinvolgimento tra persone che la pensano allo stesso modo. E dato che i gruppi vengono utilizzati da oltre 1,8 miliardi di persone ogni mese, ciò potrebbe renderlo un componente aggiuntivo di grande valore, con le persone ora in grado di entrare e ascoltare le chat tra i membri del gruppo su argomenti con cui si stanno già impegnando regolarmente.  

L’audio come strumento e non come funzione principale dell’app

Per un contesto comparativo, Clubhouse, in ultima analisi, ha circa 2 milioni di utenti attivi . Se le sale audio di Facebook si diffondono in gruppi, ciò potrebbe significare che una fetta significativa di potenziali utenti di Clubhouse non passerà mai all’app audio, rimanendo invece all’interno dei gruppi e degli strumenti che conoscono.

Se c’è qualche domanda sul perché Facebook copi sempre le idee di altre piattaforme, questa da sola sarebbe una giustificazione sufficiente.

Anche le stanze Facebook saranno inizialmente messe a disposizione dei personaggi pubblici, con un lancio più ampio in arrivo in estate.

In arrivo anche Soundbites

Oltre a ciò, Facebook sta anche lanciando un nuovo strumento chiamato “Soundbites“, che consentirà agli utenti di creare clip audio di breve durata utilizzando una gamma di effetti e strumenti.

Il nuovo strumento mostrerà i vari progressi di Facebook nella tecnologia audio, come spiegato da Facebook :

“Grazie ai nostri progressi nell’intelligenza artificiale, possiamo rendere magicamente eccezionale la qualità dell’audio, anche se registri all’angolo di una strada trafficata. Sarai in grado di utilizzare la musica della raccolta di suoni di Facebook sullo sfondo della tua storia per dare il tono. E con il capacità di mixare tracce audio, una collezione in crescita di effetti sonori, effetti vocali e filtri, dovrebbe essere anche molto divertente “.

L’opzione consentirà infine agli utenti di pubblicare i propri clip audio su Facebook, in un formato completamente nuovo.

Una lunga sperimentazione sull’audio

L’utilizzo di clip audio in questo modo non è del tutto nuovo: Facebook ha effettivamente testato clip audio come opzione di aggiornamento dal 2018 come riporta Social Media Today, sebbene quei test si siano concentrati principalmente sul mercato indiano e non includessero questi filtri e strumenti audio avanzati.

Ma ora, con la crescente popolarità dell’audio come opzione connettiva, Facebook sta espandendo le sue opzioni audio, il che potrebbe aiutarlo ad allinearsi ulteriormente con il cambiamento dell’audio sociale.

Facebook afferma che inizierà a testare Soundbites nei prossimi mesi

Facebook sta anche cercando di attingere ai podcast in modo più specifico, con il lancio di nuovi strumenti di ascolto e scoperta dei podcast nell’app.

Come spiegato da Facebook :

Entro i prossimi mesi, sarai in grado di ascoltare i podcast  direttamente sull’app di Facebook, sia mentre usi l’app che quando l’app è in background. E poiché è ancora difficile scoprire i podcast che ti piacciono, ti aiuteremo facilmente trova nuovi podcast ed episodi basati sui tuoi interessi, commentali e raccomandali ai tuoi amici.”

L’opzione darà a Facebook una connessione più specifica con lo spazio in evoluzione dei podcast, che in qualche modo si allinea anche con il suo investimento in newsletter, assicurando che abbia una partecipazione in ogni crescente processo di connessione digitale.

Funzionalità facilmente implementabili in Facebook

Nessuna di queste funzionalità è estremamente difficile da implementare per Facebook:

  • Come notato, Facebook ha già miliardi di utenti impegnati su argomenti specifici all’interno dei gruppi, quindi l’aggiunta di newsletter ha davvero perfettamente senso come componente aggiuntivo per la generazione di entrate
  • La maggior parte dei podcaster ha già pagine Facebook, quindi l’aggiunta di una funzione di connessione diretta per aiutare a collegare gli utenti agli episodi pertinenti man mano che vengono pubblicati semplificherà il processo, aumentando potenzialmente l’ascolto 
  • Facebook ha già stanze video: semmai, il loro downgrade all’audio è un passo indietro per la piattaforma, tecnologicamente

Quando lo guardi da questa prospettiva, perché Facebook non dovrebbe cercare di attingere a queste tendenze. Sì, Facebook sta lavorando per mantenere la rilevanza, perché non vuole seguire la via di MySpace ed essere reso obsoleto dagli sfidanti, specialmente quando può reagire, e probabilmente batterli, con le sue varianti dello stesso.

Questo probabilmente non aiuta il caso di Facebook nelle sue continue battaglie antitrust . Ma dal punto di vista aziendale, è tutto logico, è quello che farebbe praticamente qualsiasi altra azienda, se avesse l’opportunità di respingere la concorrenza.

Le dichiarazioni di Mark Zuckerberg

L’amministratore delegato di Facebook Mark Zuckerberg ha annunciato le nuove funzionalità in un’intervista su Sidechannel, in cui ha descritto l’audio social come un  “mezzo di prima classe” e una probabile priorità per l’azienda in futuro.

Come spiegato da Zuckerberg :

” Ogni tanto arriva un nuovo mezzo che può essere adottato in molte aree diverse”.

Chiaramente, Facebook vede un potenziale significativo in queste nuove offerte e, sebbene inizieranno con un roll-out limitato, il loro arrivo segna la fase successiva per la spinta audio di Facebook, che potrebbe diventare un elemento significativo nella più ampia esperienza di Facebook.

Ciò significa che Twitter e Facebook stanno sfidando direttamente Clubhouse, mentre LinkedIn e Reddit stanno anche lavorando alle loro opzioni social audio.

Probabilmente non è una buona notizia per Clubhouse, che sta già assistendo a un rallentamento nell’adozione delle app .

Nel grafico sono stati aggiunti anche Snapchat e Twitter per il confronto in questo grafico (tramite la società di analisi delle app Sensor Tower ).

Parte del motivo, ovviamente, è che Clubhouse non ha ancora un’app Android, che è in fase di sviluppo , e sta ancora crescendo tramite un processo solo su invito, il che significa un’adozione più lenta.

Ma potrebbe anche essere che gli utenti si stiano abituando sempre di più alle stesse in altre app. Twitter Spaces, ad esempio, è disponibile su Android e viene distribuito a più utenti ogni due settimane. La presenza di meetup audio nella parte superiore dei feed di Twitter offre un potenziale di copertura significativamente maggiore rispetto a Clubhouse, mentre Twitter sta anche lavorando per migliorare la scoperta dell’audio, qualcosa che gli utenti di Clubhouse hanno notato sta diventando più problematico man mano che l’app aggiunge più persone.

La qualità delle rooms di Clubhouse

Più trasmissioni inevitabilmente significano anche trasmissioni più cattive e stanze Clubhouse che semplicemente non valgono il tuo tempo, quindi Clubhouse deve migliorare la sua corrispondenza algoritmica per garantire un’esperienza utente ottimale per ogni singolo visitatore.

Questo tipo di corrispondenza è un altro elemento che le piattaforme più grandi avranno a loro favore, poiché sviluppano algoritmi simili nelle loro app da anni e dispongono di risorse di sviluppo significativamente maggiori in questo senso.

Da parte sua, Clubhouse ha riconosciuto questi elementi e sta lavorando per evolversi rapidamente.

Anche se quest’anno abbiamo quadruplicato le dimensioni del nostro team, stabilizzato la nostra infrastruttura, lanciato Payments  in beta per aiutare i creator a monetizzare e preparato Android per il lancio, c’è molto di più da fare mentre lavoriamo per portare Clubhouse a più persone in giro il mondo. Non è un segreto che i nostri server abbiano faticato un po ‘negli ultimi mesi e che la nostra crescita abbia superato i primi algoritmi di scoperta che il nostro piccolo team aveva originariamente costruito”.

Clubhouse sarà in grado di svilupparsi abbastanza velocemente da rimanere in contatto con la concorrenza, o Facebook attenuerà il suo slancio di crescita e renderà l’audio social una caratteristica chiave all’interno della propria suite di prodotti, come ha fatto con Stories?

Dovremo aspettare e vedere cosa verrà dopo, ma sembra che queste nuove aggiunte saranno un successo sul social network.

E per i professionisti del marketing, aggiungeranno un’intera gamma di nuove considerazioni per il collegamento con le proprie comunità online. 

Clubhouse: che cos’è e come si ottiene un invito all’esclusiva app audio?

Potrebbe interessarti anche Facebook sfida Clubhouse: sta sviluppando la sua chat audio

Se ti è piaciuto l’articolo seguici anche su Instagram per ulteriori curiosità sull’argomento.

Per altri approfondimenti sul cinema continua a seguirci su www.virgo29.it/blog