Ci sono casi, anche se molto rari, di sequel migliori del film originale, che hanno fatto la storia del cinema. Scopriamo i migliori sequel di sempre.

I migliori sequel di sempre

Quando un film ha successo si cerca immediatamente di sfruttare commercialmente il filone e si realizzano dei sequel. Opinione comune è che i sequel siano peggiori dell’originale, considerati come operazioni puramente commerciali. Troppe volte, il sequel delude le aspettative e macchia il buon nome del primo capitolo. Invece ci sono casi di seguiti che superano il film originale, sviluppando la storia nella giusta direzione e riuscendo anche a perfezionare l’idea alla base del primo film. Alcuni sequel sono diventati dei veri e propri classici e sono ricordati con ancora più affetto rispetto al film originale. Sono secondi capitoli che sono stati l’inizio di lunghe e memorabili saghe cinematografiche. Scopriamo i 12 sequel migliori della storia del cinema

Il Padrino – Parte II (1974) di Francis Ford Coppola

Il Padrino è un capolavoro che ha cambiato la storia del cinema. Questo sequel riesce a eguagliare se non a superare il primo capitolo raccontando, su due piani narrativi diversi, l’ascesa del nuovo padrino e le origini di Don Vito Corleone. Con le grandi interpretazioni Al Pacino e Robert De Niro, il film ha più complessità narrativa e impatto emotivo del precedente e per la prima volta un seguito riesce a vincere il premio Oscar come miglior film.

Star Wars: L’impero colpisce ancora (1980) di Irvin Kershner

La saga più famosa della storia del cinema, con un secondo film più oscuro e cupo del primo, ma anche grandi picchi emotivi. Si racconta il percorso che porterà il giovane Luke Skywalker a diventare un cavaliere Jedi e la scena in cui scopre l’identità del padre è nella memoria collettiva. Ai tempi non piacque, ma col tempo è stato rivalutato e per la maggior parte dei fan si tratta del miglior capitolo dell’intera saga.

Aliens – Scontro finale (1986) di James Cameron

James Cameron riprende il primo film di Ridley Scott e lo ribalta radicalmente. Il primo era impostato sui silenzi, la tensione e l’attesa, quello di Cameron invece è un action rumoroso e violento. Il regista non copia il prototipo ma lo fa suo, ampliandone l’universo narrativo con molta più azione. Nasce da qui un franchising cinematografico rivoluzionario

La Casa 2 (1987) di Sam Raimi

Sam Raimi migliora la sua saga splatter grazie ad un budget superiore rispetto al primo amatoriale capitolo. Il regista realizza un horror più maturo, aggiungendo un po’ di comicità in un perfetto equilibrio tra commedia e paura. Un prodotto originale e innovativo, talmente riuscito che ha aperto una lunghissima saga

Ritorno al futuro – Parte II (1989) di Robert Zemeckis

 

Una trilogia storica che ha creato un immaginario. Il cult comico fantascientifico ha un secondo capitolo migliore dell’originale con più azione e più divertimento. Una sceneggiatura perfetta che gioca ancor di più con i riferimenti temporali all’interno di una complessa e appassionante struttura in cui Marty rivive il primo film. E qui il mitico Doc ha anche più spazio. Strettamente collegato al capostipite, si può vedere solo se si è visto il primo film.

Terminator 2 – Il giorno del giudizio (1991) di James Cameron

 

7 anni dopo il primo capitolo, questo sequel supera nettamente il primo grazie ad effetti speciali innovativi per l’epoca e ad un approfondita descrizione dei personaggi con un Terminator che diventa un eroe positivo. Momenti epici e battute rimaste nella memoria collettiva per un film che consacra James Cameron come uno dei Re Mida di Hollywood e Arnold Schwarzenegger una delle icone dei film d’azione.

Toy Story 2 – Woody e Buzz alla riscossa (1999) di John Lasseter

Toy Story è stato il primo film di animazione digitale, un piccolo capolavoro di tecnica e emozione che sembrava ineguagliabile. Il team della Pixar invece riuscì a realizzare un film ancora migliore del primo, un vero gioiello tecnico e artistico ancora più emozionante del primo. Nasce una saga amatissima da più generazioni e il terzo capitolo, dieci anni dopo, forse è ancora migliore di questo.

Mission: Impossible II (2000) di John Woo

Il secondo capitolo, per la regia di John Woo, è scatenatissimo, pieno di azione in ogni inquadratura, con inseguimenti spettacoli e un Tom cruise mai così scattante e attivo. Il primo film aveva una storia migliore ma qui ci si diverte di più, con una messa in scena selvaggia. Nasce uno dei franchise più lunghi degli ultimi 20 anni che continua tutt’ora

Il signore degli Anelli – Le Due Torri (2002) di Peter Jackson

La storica trilogia fantasy è da vedere integralmente come un unico lungo film, ma è in questa seconda parte che la storia si fa più avvincente. Le Due Torri rappresenta il capitolo più disperato e oscuro della trilogia che contiene il momento più alto e visivamente migliore della saga: la sequenza la battaglia del Fosso di Helm. Per alcuni fan è il migliore della serie.

Spider-Man 2 (2004) di Sam Raimi

Il primo Spider-Man aveva rivoluzionato il cinema dei supereroi, il secondo lo supera. Il film aderisce perfettamente all’essenza del fumetto originale in un sequel ricco di pathos, risate e azione. C’è uno nuovo villain cattivissimo, il Doc Oak e alcune scene veramente memorabili. Questo sequel è ancora oggi uno dei cinecomics migliori di sempre, un riferimento del genere.

Shrek 2 (2004) di Andrew Adamson, Kelly Asbury e Conrad Vernon

Il primo film ha cambiato per sempre l’animazione cinematografica, sovvertendo le regole delle fiabe e creando un territorio sconosciuto. Con il secondo capitolo si compie la vera rivoluzione. Il film è ancor più scatenato, divertente e dissacratorio, ci sono più gag, più citazioni e personaggi ancora più esilaranti. La storia si fa più matura ed arriva il mitico Gatto con gli Stivali.

Il cavaliere oscuro (2008) di Christopher Nolan

La trilogia di Nolan su Batman è nella storia. Questo sequel arriva tre anni dopo Batman Begins e forse è il miglior Batman di sempre. Un crime complesso e oscuro, con una trama coinvolgente e la straordinaria e ultima interpretazione di Heath Ledger nel ruolo di Joker per il quale vince un Oscar postumo. Nolan da qui diventa un autore popolare in un film in cui imprime il suo stile all’interno di un film commerciale.

Potrebbe interessarti ancheI 20 film più importanti del decennio

Se ti è piaciuto l’articolo seguici anche su Instagram per ulteriori curiosità sull’argomento.

Per altri approfondimenti sul cinema continua a seguirci su www.virgo29.it/blog