Leonardo Di Caprio è uno degli artisti più talentuosi di Hollywood. Sembrava destinato ad essere una meteora, ma negli anni è diventato uno degli attori più credibili e versatili del mondo. Vediamo quali sono i migliori film di Leonardo Di Caprio

Il suo è un percorso coerente che l’ha portato a collaborare con i migliori registi del mondo e a scegliere progetti che esaltassero il suo talento. Dimostrando di essere non soltanto un sex symbol ma uno degli interpreti più acclamati al mondo. E’ una delle poche vere star mondiali, che regala sempre interpretazioni memorabili. Ogni suo film è garanzia di incassi ma anche di qualità. Ecco i 15 migliori film di Leonardo Di Caprio in ordine cronologico.

Buon compleanno Mr. Grape (1993) di Lasse Hastrom

Di Caprio interpreta un ragazzo affetto da disturbi mentali, fratello di Johnny Depp. È il film che lo rivela al mondo. Prima nomination agli Oscar come attore non protagonista a soli 17 anni. Già si intravede il suo talento.

Romeo + Giulietta (1996) di Baz Lhurmann

Rielaborazione postmoderna del capolavoro shakespeariano. Perfetto nel ruolo di un moderno Romeo. Qui le teenager iniziano ad amarlo. Sta per diventare una star.

Titanic (1997) di James Cameron

Il film della consacrazione. Kolossal che entra nella storia del cinema. La storia tra Jack e Rose è una delle più romantiche di sempre. Di Caprio diventa una star mondiale. 11 Oscar ma neanche una nomination per lui.

Gangs of New York (2002) di Martin Scorsese

Dopo qualche film non riuscito e la difficoltà di affrancarsi dal successo di Titanic, grazie ad uno dei più grandi registi al mondo inizia la sua seconda vita. Il film, una lotta tra bande nella New York di fine 800, inaugura il sodalizio con Scorsese che lo renderà uno dei migliori attori al mondo.

Prova a prendermi (2002) di Steven Spielberg

Per la prima volta diretto da Steven Spielberg. Qui Di Caprio nel ruolo di Frank Abagnale Jr. mostra la sua versatilità e anche un talento da commedia. Formando un’inedita coppia con Tom Hanks.

The Aviator (2004) di Martin Scorsese

Nel ruolo di Howard Hughes, produttore cinematografico e aviatore, Di Caprio mette in scena in maniera esemplare il suo disturbo ossessivo-compulsivo. Un’interpretazione memorabile, infatti arriva la seconda nomination agli Oscar.

The Departed (2006) di Martin Scorsese

Di Caprio e Matt Damon sono una coppia di poliziotti infiltrati. La differenza sottile tra il bene e il male nell’ennesimo capolavoro di Scorsese. Che come sempre tira fuori il meglio da Di Caprio.

Revolutionary Road (2008) di Sam Mendes

Vita di coppia nell’America degli anni 50 che nasconde le sue ombre. Melodramma raffinato e sottovalutato. Da menzionare per il ritorno in coppia con Kate Winslet.

Shutter Island (2010) di Martin Scorsese

Un agente che indaga sulla scomparsa di un paziente all’interno di un ospedale psichiatrico. Colpi di scena e finale a sorpresa. Altra grande performance Di Caprio che con Scorsese continua a brillare.

Inception (2010) di Christopher Nolan

Pellicola che consacra Nolan tra gli autori più importanti degli ultimi anni. La presenza di Di Caprio trasforma un film cervellotico d‘autore in un blockbuster mondiale.

Django Unchained (2013) di Quentin Tarantino

Primo incontro con Tarantino. E per la prima volta Di Caprio interpreta un cattivo. Nonostante compaia come non protagonista fa scintille. In pochi minuti si mangia il film e rende la sua interpretazione memorabile.

Il grande Gastby (2013) di Baz Luhrmann

Tratto dal capolavoro di Fitzgerald. Nonostante le critiche poco lusinghiere, Di Caprio regala una delle sue migliori performance con una notevole presenza scenica. Gatsby non poteva che essere lui.

The Wolf of Wall street (2013) di Martin Scorsese

Di Caprio è Jordan Belfort, affarista senza scrupoli. Qui gigioneggia in un turbine di sesso e droga per tre ore mantenendo alto il ritmo del film. Quarta nomination all’Oscar ma avrebbe meritato la vittoria. Il film è suo, ne è il mattatore assoluto.

Revenant (2015) di Alejandro González Iñárritu

La lotta di un uomo per la sopravvivenza. Grande prova fisica per Di Caprio che affronta realmente con le proprie forze la fatica di questo viaggio. Per questo viene ricompensato finalmente con il suo primo Oscar.

C’era una volta a… Hollywood (2019) di Quentin Tarantino

Di Caprio è Rick Dalton, un attore in crisi nell’Hollywood della Golden Age. Altra grande prova che resterà negli annali. Divide per la prima volta lo schermo con l’altro divo del cinema americano Brad Pitt.

Potrebbe interessarti ancheRecensione – “C’era una volta a Hollywood” di Quentin Tarantino

Se ti è piaciuto l’articolo seguici anche su Instagram per ulteriori curiosità sull’argomento.

Per altri approfondimenti sul cinema continua a seguirci su www.virgo29.it/blog